Cibo e bevande per stare insieme: conviviale di giornalisti a Marsala - 5.0 out of 5 based on 1 vote

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Il cibo consumato insieme a tavola, si sa, contribuisce all’allegria, a conoscersi meglio, a festeggiare brindando con un buon vino, soprattutto se a preparare le pietanze è uno chef famoso come Mimmo Pipitone, ambasciatore della cucina siciliana nel mondo.

Questo è ciò che simpaticamente è avvenuto il 29 dicembre fra i giornalisti delle testate,  radio e TV locali, nella cornice accogliente della storica trattoria Garibaldi, nata nel 1963 e a tutt’oggi nota per la sua cucina tradizionale.

 

Girolamo (Mimmo) Pipitone, di origini marsalesi, da circa 12 anni vive e lavora in Inghilterra (Oxford), insignito con il massimo premio alla carriera, la medaglia di platino a Roma nel 2013, recentemente è stato chiamato per presentare un piatto al "Palermo Food Festival”, manifestazione enogastronomica internazionale, che si svolge in settembre e alla quale partecipano 30 paesi di tutto il mondo. Attualmente si trova a Marsala in vacanza ed i suoi amici non hanno resistito alla tentazione di invitarlo a "mettere in pratica la sua arte", ed in particolare accettare l'invito di Uccio della rinomata trattoria Garibaldi, dice Mimmo, è stato un piacere dal momento che nello stabile che ospita la trattoria abitava sua nonna ed è qui che ha trascorso piacevolmente gli anni di giovinezza che evoca con forte emozione.

 

Il suo piatto speciale? Ravioli neri da lui ideati e cucinati con ricotta e gambero rosso di Mazara del Vallo, adagiati su un letto di macco di fave e mandorle. 

 

Ospiti alle serata, oltre ai giornalisti, le autorità del Comune, il Sindaco Alberto Di Girolamo e il Presidente del Consiglio Vincenzo Sturiano, il “fiduciario” della condotta Slow Food di Marsala Antonella Ingianni, per i quali Mimmo Chef ha preparato una gustosa cena: un ricco antipasto composto da cinque assaggi (mousse di baccalà su cestino di parmigiano, polpo arrosto su crema di patate allo zafferano, sarde gratinate al forno aglio e mollica, tartare di gambero rosso su gelatina al vino marsala, ricotta alla menta glassa con vincotto), due primi piatti (raviolo nero farcito con ricotta e gambero rosso su macco di fave e mandorle, busiate di tummina con ragù bianco di spatola e pesto di pistacchi), infine composta di frutta e per dolce la cassata siciliana.

 

 

 

 

Il tutto allietato dall'ottimo vino offerto dall’Azienda Agricola locale Di Pietra Paola Maria.

Un gradito regalo di arte culinaria di fine anno voluto da Uccio Arco e Giuseppe Sciacca, rispettivamente zio e nipote, gestori della trattoria Garibaldi, per presentare lo chef Mimmo Pipitone che porta la fama del nostro territorio all’estero.

 

FaLang translation system by Faboba